TORINO 2021

Il 3 ottobre del 2021 si terranno le prossime elezioni amministrative a Torino. Il 10 maggio del 2021 è nato il polo civico composto da Alleanza dei Democratici (presidente Pino De Michele), DEMOS Piemonte (coordinatrice regionale Elena Apollonio), Lista Monviso (Mario Giaccone consigliere regionale e presidente Lista Monviso), con l’appoggio di Centro Democratico ha dato vita all’ attuale lista Civica aperta e allargata ad altri soggetti associativi e politici che condividono i nostri valori e la stessa visione su come rilanciare Torino e riportarla a crescere. Alle primarie del 12 e 13 giugno abbiamo sostenuto, convintamente, Stefano Lo Russo come candidato sindaco di Torino del Centrosinistra. Abbiamo lavorato per far convergere nel nostro contenitore Civico tutte le forze liberaldemocratiche e riformiste. Fabio Daniele , coordinatore del Nord di Volt ci ha indicato un nome per il Comune e 7 nelle circoscrizioni. Azione dopo un mese di travagli interni è prevalsa la linea caldeggiata dal coordinatore regionale Lubatti . Carlo Calenda ha espresso stima e sostegno a Stefano Lo Russo e lunedì 26 luglio sono stati presentati 6 candidati al Comune ( 5 sono alla prima esperienza politica) e una trentina nelle circoscrizione . Italia Viva attraverso i suoi coordinatori regionali: il senatore Mauro Marino e la deputata Silvia Fregolent hanno dichiarato di apoggiare Stefano Lo Russo e il 30 luglio, nella sede del candidato Sindaco ,Stefano Lo Russo, hanno presentato 4 candidati al Comune 16 nelle circoscrizioni. Italia dei Valori ,attraverso il nostro socio Fiorenzo Cincotti, ha canditato due persone al Comune e tre nelle circoscrizioni.

Il nostro sostegno al candidato Sindaco Stefano Lorusso.

Abbiamo accettato con entusiasmo, come Polo Civico, di sostenere Stefano Lo Russo nel voto delle amministrative 2021 di Torino, convinti sin dalla prima ora (Primarie comprese),che la coalizione  di centro-sinistra possa vincere le elezioni con un partito democratico molto forte insieme a un soggetto civico altrettanto forte. 

Da ciò si evince che per poter arrivare alla vittoria finale, non debba e non può prevalere alcun principio divisivo, perché la parola chiave è “insieme”.

Un principio che dovrà essere affermato dallo stesso PD esprimendo una linea politica coerente sul piano locale oltre che sul piano nazionale, da cui non ci si può discostare di molto, se si vuole perseguire la direzione già tracciata…

Basterà dunque, da parte di quella società civile che si definisce progressista, che vuole una Torino inclusiva, riformista, democratica e Liberale, di nuovo protagonista in Italia e in Europa, compattarsi e portare un suo vero e decisivo contributo alla coalizione di centro sinistra.

Solo così, potremo aspirare ad avere una città capace di includere e non solo di integrare, capace di valorizzare le proprie caratteristiche anche attraverso le differenze. Una città, nei fatti, di cui essere orgogliosi di vivere, di abitare, che sia attrattiva da parte di studenti, lavoratori, imprenditori e turisti. 

Ognuno di questi attori, noi compresi, dovrebbero occuparsi in modo maniacale del pezzo di mondo che gli è stato affidato e questo lo si può fare solo impegnandosi quotidianamente nei rapporti di lavoro, in quelli relazionali e con l’ambiente che viviamo. Spesso ci si aspetta molto dagli altri ma è fondamentale fare la propria parte, perché solo così possiamo migliorare il futuro” prossimo, che ci aspetta.

Ecco, questo è quello che dovremmo cercare di fare.

Prof. Maurizio Grassi tesoriere di Alleanza dei Democratici

I commenti sono chiusi.